Search

Ultime notizie: dopo il web è morto anche il multiculturalismo...

"Il multiculturalismo in Germania ha fallito". L'ha detto il cancelliere tedesco Angela Merkel durante un convegno dei giovani CDU tedeschi.

Ho paura. In genere le dichiarazioni anti-qualcosa mi fanno paura. In special modo se pronunciate con accento teutonico. La Storia mi ha instillato questa paura. Spero che la Civiltà mi smentisca in futuro.

Come può il capo di governo di un grande paese europeo, nel 2010, pronunciare parole così forti ed auspicare una chiusura così netta dei propri confini? Mi correggo non c'è nessuna chiusura nelle parole di Angela Merkel. I confini della Germania, ha affermato il cancelliere, sono sempre aperti a "nuova forza lavoro". Ecco. Questo è il punto. Quando la smetteremo di considerare gli uomini, le persone, come delle risorse lavorative? Quando capiremo che dalla diversità, dal multi-qualcos'altro abbiamo solo da guadagnare (tutti) in termini di crescita culturale e non economica?

Un altro punto da rimarcare in questa vicenda è l'uso della parola "morte" sui giornali. Adesso va di moda annunciare la morte di qualcosa, più che di qualcuno. Anche il web è morto - hanno decretato sullo scorso numero di Wired US - e tutti si sono affrettati a precisare che "no, il web non è morto... si sta solo trasformando".

E allora se "il web è morto. Viva il web", possiamo anche ben dire che "il multiculturalismo è morto. Viva il multiculturalismo".

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...