Search

Purtroppo... sul terremoto in Abruzzo

Dopo il crollo della Basilica di Assisi (in alto), le immagini del Belice, dell'Irpinia e della scuola di San Giuliano, gli scatti e video che stanno scorrendo da stanotte su tutte le tv italiane e del mondo, su internet e nei blog, resteranno per sempre nella nostra mente. Per me quella più carica di significato è qui sotto. Il palazzo del Governo crolla. E' solo un cumulo di macerie adesso, dopo la furia bruta della Natura. L'artificialità più posticcia, le istituzioni, si inchinano alla naturalità D'altronde il terremoto è un evento naturale come tutti gli altri, impossibile da prevedere con precisione (l'appello recente di un ricercatore non collocava l'evento pronosticato né temporalmente e né geograficamente) e furioso come solo la terra può essere. Non è colpa della Natura se gli uomini hanno deciso di abitare in palazzi di pietra e cemento. Non è colpa del terremoto se al posto di alberi e valli ci sono centri abitati e case.

Un altro appunto. E' il primo cataclisma italiano nell'era internet del micro-blogging. Twitter e Facebook hanno garantito una copertura che le tv e i giornali hanno tardato ad offrire. Cosa accade a L'Aquila? Cos'è questo trambusto? Per avere la certezza dell'accaduto è stato meglio accendere un pc che la tv. I telegiornali hanno dedicato un piccolo pezzo al fenomeno, quasi come una chicca, una piccola curiosità in questo scenario di morte. Quando Internet raggiungerà l'autorevolezza e la pari dignità con i mezzi tradizionali?

E poi. I giornali di oggi (tutti) non hanno fatto in tempo a bloccare le stampe. Hanno titoli che sembrano lontanti settimane. E allora come si sono ingegnate le grandi testate? Con la copertura online. Video, foto, articoli. Tutto quello che domani non trovere in edicola. Perchè le immagini sono più vive sullo schermo e i video sono difficilmente riproducibili su carta. Come andrà a finire? Gli italiani si accorgeranno che la Rete esiste? Una cattiveria. E se oggi Canale 5 decidesse di non mandare in onda il Grande Fratello? Se il buon vecchio Vinci riuscisse dove Mentana ha fallito? Non sarebbe una sorpresa scoprire che l'allontanamento tra il ricciolutto conduttore di Matrix e la rete ammiraglia di Mediaset è stato solo propiziato dalla scomparsa di Eluana.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...