Insulse gabelle


Più puntuale del cambio di calendario, più ipocrita di Bruno Vespa quando parla di etica e deontologia, più fastidiosa di una puntura di zanzara, ecco arrivare la quota d'iscrizione-estorsione dall'Ordine dei Giornalisti. Come ogni anno ci si bea di non aver aumentato l'importo (i canonici 100€). E ci credo! Quale giustificazione ammetterebbe un ulteriore aggravio sull'imposta? Premetto. Non sono fra quelli che abolirebbero tout court l'Ordine. O meglio. Abolieri l'Ordine in quanto tale per far spazio ad un'Authority. L'Ordine è una casta, un club ristretto, un circolo di burraco o di tennis, o di eccentrici nobiluomini alla Phileas Fogg (Il giro del mondo in 80 giorni). Qualcosa di vecchio, di stantio, di immobile. In realtà tanto immobile non è se si pensa che ogni anno centinaia di nuovi pubblicisti e professionisti vengono sfornati da redazioni-tesserinifici o scuole di giornalismo. La gran parte di questi troverà una sistemazione dopo molti anni di pellegrinaggio di redazione in redazione, altri non troveranno mai tale approdo, altri ancora ce l'avevano ancora prima di iscriversi all'Ordine. Il punto è che a fronte della "tangente" annuale d'iscrizione, l'Ordine offre quasi nessun servizio ai suoi iscritti. Non è mai stato un centro aggregante di forze vecchi e nuove, mai propositore di cambiamenti e riforme, mai culla e svezzamento di nuove leve. Nulla si tutto questo. Incontri, seminari, collaborazioni per le scuole di giornalismo. Solo questo. Mai provvedimenti, se non quelli restrittivi nei confronti dei giornalisti vip che cominciano a fare pubblicità o che ne combinano una veramente grossa. Eco il perchè dell'Authority. Almeno un organo esterno, terzo rispetto ai lettori e ai giornalisti, potrebbe controllare e garantire il sistema dell'informazione italiana. Libero accesso, dunque, alla professione, pari opportunità a tutti gli aspiranti giornalisti, seppur sotto l'egida di regole ferree nella lora messa in pratica e, se ce n'è bisogno, nella repressione di eccessi.

Commenti

  1. beh, ma senza l'odiata gabella come ci andavi a vedere italia francia in tribuna stampa a san siro (BASTAAAARDOOOOOOO!!!!!!)? ;)

    RispondiElimina
  2. Ci sei a Milano sabato 26? E' il mio compleanno e vorrei festeggiarlo qui. Fammi sapere ;)

    RispondiElimina
  3. dovrei esserci, anzi sicuramente ci sarò. Fammi sapere e.. invitami!

    RispondiElimina
  4. Ovvio! Cosiderati già invitato ;)

    RispondiElimina

Posta un commento